Costretti a dire la verità. Un sacerdote racconta la sua esperienza col Maligno

 3,50

di P. Salvatore di Bartolo

Pagine 124
Rilegatura: brossura

Leggi un’anteprima

Categoria:

Descrizione

L’ òpera pòstuma che diamo alle stampe, a tre anni dalla morte del suo autore (avvenuta nel 2017), è stata salvata dall’oblio dal nipote Salvatore Messina. Essa vuole portare alla luce un mondo tenebroso sottovalutato da chi deve combàttere col demònio (e tutti abbiamo in corso questa battàglia, soprattutto i cristiani); ma anche dare un sàggio della lotta che il sacerdote còmpie a nome di tutta la Chiesa per cacciare da figlî di Dio, posseduti dai demonî, gli “abusivi” che li torméntano. Per questo si divide in due parti che affróntano l’azione straordinària del demònio. La prima parte è l’anàlisi di una realtà invisíbile operante nel mondo attraverso “vicari di Sàtana” e falsi profeti, spiritismo, magia e maleficî. La seconda parte è uno spaccato nella vita di persone indemoniate, attraverso la lente dell’esorcismo “registrato” dal sacerdote. Ciò che emerge non è solo arroganza e òdio di demonî da una parte e dolore degli ossessi dall’altra; è soprattutto la potenza di Cristo e il ruolo decisivo di Maria santíssima.

L’autore

Padre Salvatore Di Bàrtolo è nato a San Fratello nel 1939. Seminarista della diòcesi di Patti, stúdia Sacra Teologia a Nàpoli e si làurea alla Facoltà teològica “San Luigi” a Posíllipo, nell’anno  accadèmico 1974. Dopo l’ordinazione sacerdotale e durante il suo ministero nelle parròcchie di Sant’Àngelo di Brolo (ME) prima, di San Fratello (ME) poi, e di Librizzi (ME) e Castél di Tusa (ME) infine, ha aiutato, col grande mezzo degli esorcismi e nel deserto delle omissioni o delle paure di intervenire, tante persone sofferenti a càusa di possessioni diabòliche.

Informazioni aggiuntive

Peso 0.215 kg
Dimensioni 24 × 16.8 × 0.6 cm